Blog Section

Recuperare estetica e forma fisica dopo la gravidanza anche con l’aiuto della fitoterapia

Mamme sempre perfette, anche dopo la gravidanza. Rimedi naturali per contrastare smagliature, cellulite e ritenzione idrica

Rimedi naturali da adottare per contrastare smagliature, cellulite e ritenzione idrica, per mantenere o recuperare la forma fisica desiderata.
La gravidanza é un evento importante per ogni donna che, oltre a forti emozioni per l’arrivo del nascituro, porterà a variazioni importanti di ogni tipo, non ultimo quello dell’aspetto fisico.
Anche se sei una mamma esteticamente perfetta e non hai mai avuto problemi con i classici inestetismi femminili, la gravidanza ti porterà probabilmente a conoscerli in prima persona.
Il primo tipo di inestetismo con cui ti imbatterai é dovuto alla comparsa di smagliature, ovvero quelle striature chiare della pelle che vengono causate da un eccessivo e rapido stiramento della pancia.

Un altro inestetismo, certamente già presente, è la cellulite. La cellulite è un’alterazione del tessuto sottocutaneo ed è causata da un aumento del volume delle cellule adipose con conseguente aumento di liquidi negli spazi intercellulari. La parte che ne é colpita risulta così molle, disomogenea, con evidenti “fosse” e talvolta è direttamente legata anche ad un aumento di volume. È l’inestetismo femminile per eccellenza.
Poi avverrà un “fisiologico” aumento di peso, in particolare a partire dal terzo mese della gravidanza. Aumentare di peso durante questo periodo é assolutamente normale, tuttavia occorre prestare attenzione perchè in questo periodo potresti avere attacchi di fame ed essere portata a mangiare di tutto e più del dovuto. In particolare, potresti indirizzarti su quegli alimenti che danno maggiore soddisfazione come dolci o cioccolatini, i quali però concorrono fortemente ad aumentare il tuo peso corporeo in maniera non fisiologica. Occorre quindi assecondare le proprie voglie scegliendo alimenti salutari, in particolare modo la frutta durante gli attacchi di fame.
Legata alla cellulite e all’aumento di peso corporeo è la ritenzione idrica. La ritenzione idrica è dovuta alla incapacità dell’organismo di “rilasciare” liquidi. Il ristagno che ne consegue si manifesta perlopiù sotto forma di edema, un rigonfiamento che le donne sanno perfettamente riconoscere e che può comportare anche gambe gonfie ed aumento di volume a gambe, fianchi e polpacci.

Quali rimedi naturali adottare per contrastare questi inestetismi

 

I suggerimenti che seguono sono semplici regole applicabili da tutte le mamme, si tratta perlopiù di piccole regole e accorgimenti da adottare da subito. Queste regole, oltre ad essere preventive, possono essere adottate dopo il parto da tutte le mamme.

Smagliature

 

Abbiamo visto che le smagliature sono dovute ad uno stiramento della pelle, quando questa è ben idratata però il problema sarà di entità minore. Un ottimo “strumento” per idratare e ammorbidire la pelle, rendendola più elastica e resistente, è attraverso l’utilizzo di prodotti cosmetici specifici. Molti di questi prodotti impiegano oli vegetali come olio di mandorle o il più “prezioso” olio di argan. Dal momento che questi tipi di prodotti sono generalmente cari e che ne dovrete fare un impiego prolungato (dal secondo mese in poi),  il consiglio è quello di impiegare gli oli vegetali puri. Così facendo, oltre ad un diretto risparmio economico, darete alla vostra pelle tutti i benefici dei principi attivi naturali senza sostanze aggiunte. Unico aspetto da non sottovalutare é che gli oli puri, a differenza dei cosmetici, non sono studiati per essere istantaneamente assorbiti dalla pelle ma – come ci si aspetta – sono molto untuosi.
Una volta acquistato quindi l’olio di mandorle o l’olio di argan in erboristeria (consiglio vivamente l’olio di mandorle che ha un costo estremamente più basso), dovrete fare dei massaggi di circa 10 minuti sulle zone interessate per 2-3 volte al giorno.

Cellulite

 

 Alla base del trattamento deve esistere uno stile di vita sano. Via alcol e fumo.
Anche l’alimentazione vuole le sue regole. Via quindi il sale dalla propria tavola che trattiene molti liquidi, favorisce la ritenzione idrica e la formazione di edemi. Diminuite poi i formaggi che sono grassi e contengono anch’essi sale. Meglio lo yogurt magro.
La carne va bene se bianca o poco grassa. Così anche il pesce che andrebbe preferito fresco e con condimenti leggeri. Le verdure e la frutta vanno sempre bene, sono ricche di fibre, non apportano calorie ma hanno invece una quantità enorme di vitamine e minerali. Sono “digeribilissime” e si dimostrano utili in particolare modo contro gli attacchi di fame. La frutta secca invece è altamente calorica e il suo impiego dovrebbe essere limitato.
Bere molta acqua non solo aiuta ad eliminare le scorie attraverso l’urina, ma aiuta anche l’organismo ad essere sempre purificato e idratato, contribuendo in questo modo anche ad un generale miglioramento dello stato della pelle.
Come per le smagliature anche la cellulite può essere trattata attraverso i massaggi. L’olio di mandorle si dimostra anche qui un valido aiuto. I massaggi dovranno essere distribuiti in 3 al giorno per 10/15 minuti di massaggio direttamente sulle zone interessate.

Peso corporeo

 

Come abbiamo detto, durante la gravidanza il peso corporeo tende ad aumentare. Abbiamo già anticipato alcune regole che sono utili per contrastare un eccessivo aumento del peso corporeo e contro gli attacchi di fame. Aggiungo soltanto che una buona dose di attività fisica, come passeggiate di almeno un ora, può essere di enorme aiuto per aiutare a bruciare i chili di troppo. E stare all’aria aperta ti farà certamente bene, indipendentemente dal peso che avrai raggiunto.

Rimedi naturali per cellulite, ritenzione idrica e peso corporeo per mamme che NON allattano: ecco le erbe officinali

 

In questa sezione descriverò velocemente alcune erbe officinali, disponibili in erboristeria come integratori alimentari, che possono aiutarti contro gli inestetismi appena descritti. Tutte le erbe officinali qui descritte sono sicure, tuttavia non devono essere assunte in gravidanza e durante l’allattamento.

Erbe contro la ritenzione idrica

 

Tarassaco. È una piccola pianticella molto comune in Italia, produce un fiore giallo ed è famosa per il “soffione” con cui tutti abbiamo giocato da piccoli. Ha notevoli proprietà diuretiche che sono riportate nei nomignoli che popolarmente gli sono stati attribuiti. In Toscana, ad esempio, é conosciuta con il nome di “piscialetto”.

Equiseto. Conosciuta per la sua forma anche con il nome di “coda cavallina” é una pianta che si trova generalmente ai margini di terreni incolti, in luoghi ombreggiati ed umidi dove attira molta acqua e minerali direttamente dal suolo. La sua azione diuretica è attribuita all’alta presenza di sali di potassio, alle saponine ed ai glucosidi flavonoidici. L’equiseto è anche un ottimo remineralizzante.

Pilosella. È un piccolo fiore con una spiccata capacità di adattarsi a qualsiasi terreno. La sua azione diuretica pare sia attribuita alla presenza di flavonoidi che svolgono, oltretutto, un’importante azione antiossidante.

Betulla. Le foglie, grazie ai sali di potassio e all’alto contenuto in acidi organici, risultano ottime come diuretico, aiutano l’organismo ad espellere i liquidi in maniera fisiologica con conseguente depurazione a beneficio degli organi principali.

Erbe contro la cellulite

 

Laminaria. L’alga Laminaria é un’alga  ormai diffusa ovunque sebbene trovi origine nei mari del nord, in particolare dello stretto della manica. E’ perlopiù impiegata per problemi legati al peso corporeo ma trova applicazione anche nel trattamento della cellulite dal momento che la sua azione di “ricambio” cellulare risulta tanto positiva contro gli effetti dovuti a questo inestetismo.

Fucus. Il fucus é un’alga azzurra proprio come la Laminaria. Ha contenuto molto più basso in iodio rispetto alla Laminaria tuttavia il suo impiego può essere importante contro peso corporeo e cellulite.

Gambo di Ananas. L’ananas è un frutto che tutti conosciamo. Il suo gambo é ricco di una sostanza, la Bromelina, che ha spiccate proprietà antiinfiammatorie. Abbiamo visto che la cellulite è dovuta perlopiù a processi di tipo infiammatorio, pertanto un impiego di prodotti a base di gambo di ananas o di bromelina pura risultano efficaci e risolutivi.

Olio di mandorle e oli essenziali di limone e rosmarino. Un altro metodo molto efficace per il trattamento della cellulite é, come abbiamo anticipato, attraverso i massaggi. Una miscela da 100 ml con 4 gocce di olio essenziale di limone e  di rosmarino, applicata più volte al giorno con massaggi di almeno 10/15 minuti, aiuta la circolazione e mobilità le tossine presenti. Da non usare in gravidanza o allattamento.

Erbe contro il peso corporeo

 

 Fucoxantina.  È un pigmento naturale dell’alga bruna alimentare Wakame. Sono svariati i meccanismi di azione di questo pigmento. Tra i vari meccanismi, uno molto efficace é la capacità di riduzione della produzione delle cellule adipose, in particolare su fianchi e cosce.

Nopal. Il nopal è il fico d’India dalle cui “pale” si ricava un estratto disidratato ricco in frazione polisaccaridida. La sue azioni si dividono tra “azione saziante”, di “regolazione del transito intestinale” e la “capacità di legare i grassi” i quali vengono poi espulsi attraverso le feci, quindi non assorbiti dall’organismo.

Citrus aurantium. Il citrus aurantium altro non è che l’arancio amaro dalla cui buccia ancora acerba si ottiene la sinefrina, un principio attivo molto attivo nel regolare il metabolismo e la termogenesi. La conseguente eliminazione dei grassi a riposo che ne consegue va tutta a vantaggio dell’adipe e del peso corporeo in generale.

Caffè verde. Il normale caffè che non ha ancora subito il processo di torrefazione viene identificato come “caffè verde” e deve la sua fama all’alto contenuto di acido clorogenico, un principio attivo che, soltanto nel 2013, ha subito decine di studi specifici che lo hanno indicato come “una manna” contro i chili di troppo.

Note di sicurezza e avvertenze

 

Le erbe officinali qui indicate sono disponibili in farmacia ed erboristeria e sono generalmente sicure alle dosi indicate dai produttori. Evitate il fai da te. Non assumeteli in gravidanza o durante l’allattamento. Non considerate mai questi prodotti come sostituto di uno stile di vita sano.