Trapianto capelli

Il diradamento dei capelli e l’avanzare della calvizie sono tra i problemi estetici più pesanti per l’uomo. L’insorgenza del seguente inestetismo reca disagio, insicurezza, perdita di autostima. Necessaria dunque la ricerca di una tecnica mediante la quale si giunga all’infoltimento delle aree calve o eccessivamente diradate. La tecnica è basata sul trasferimento di capelli robusti prelevati da zone geneticamente resistenti a zone affette da calvizie.

Il paziente adatto al trapianto di capelli è tipicamente soggetto a calvizie androgenetica di vario grado. Ovviamente più elevato è il grado di calvizie secondo la scala di Hamilton, più complesso sarà il trapianto dei capelli nel senso che dovrà trapiantare un maggiore numero di unità follicolari e saranno necessarie più sedute. Codesto inestetismo potrebbe interessare anche le donne nonostante il processo di perdita dei capelli è normalmente diverso dalle calvizie maschile. Si tratta di un diradamento più omogeneo e generalizzato.

Grazie al trapianto di singole unità follicolari si può, anche in questo caso, offrire alla paziente una soluzione d’effetto. Lo specialista in chirurgia estetica dei capelli esaminerà la zona diradata o soggetta a calvizie e successivamente valuterà che tipo di rinfoltimento potrà essere effettuato oltre a valutare quante sedute saranno necessarie per ottenere un buon risultato. E’ fondamentale valutare lo spessore dei capelli, la densità della zona donatrice, l’attaccatura della nuova linea frontale, la fisionomia e lo stadio della calvizia.

L’intervento è preceduto da esami del sangue ed elettrocardiogramma prescritti durante la visita. Il trapianto di capelli grazie alla microchirurgia non dà inizio ad esiti cicatriziali importanti, perciò non saranno visibili segni dell’intervento. La tecnica non prevede l’escissione di un lembo dalla zona donatrice e quindi la relativa temuta cicatrice. Nei giorni successivi è possibile svolgere le normali attività quotidiane nonostante possa esserci l’insorgenza di intorpidimento locale, gonfiore e leggera sensazione di ammaccatura, sintomi che spariranno in pochi giorni. E’ utile ricordare che con il trapianto di capelli la ricrescita avverrà in circa 2 mesi.